=Italian Mountains
Immagina un gioiello lucente di cultura e tradizione al di fuori delle rotte del turismo di massa.

← Torna [Informazioni Turistiche]

Quando e Dove→ ContattaciAssòciati ←
clima e stagioni migliori

Invia richiesta d'informazioni a Associazione Italian Mountains

  • ** Nome
  • ** Nazione
  • ** Escursione
  • ** Messaggio
  • ** Dichiaro di aver letto, compreso e accettato → Legal & Privacy [ SI ] - [ NO ]
  • ** Dimostra di essere umano, digita → 52313
INVIA RICHIESTA

Assòciati a Associazione Italian Mountains [€ 5]

  • ** Nome
  • ** Cognome
  • ** Data di nascita (d-m-y)
  • ** Nazione
  • ** Dichiaro di aver letto, compreso e accettato → Statuto di Associazione Italian Mountains [ SI ] - [ NO ]
  • ** Dichiaro di aver letto, compreso e accettato → Legal & Privacy [ SI ] - [ NO ]
  • ** Dimostra di essere umano, digita → 28561


Assòciati a Associazione Italian Mountains [€ 5]

XX 4 stagioni -

Quando e Dove: ITA La Stagione Migliore
Se volete sapere qual è la stagione migliore per visitare le Alpi e fare trekking, dovete sapere che in italia non esiste, come in altri paesi del mondo una stagione secca e una stagione delle piogge ben definita.

Ognuna delle quattro stagioni può essere più o meno calda soleggiata o fredda e piovosa, spero che questa descrizione possa esservi di aiuto:

• In Aprile spesso la neve è ancora presente ma le giornate sono più calde e soleggiate; Maggio porta la Primavera con la fioritura delle piante ma ciò non ostante è ancora possibile (a volte) trovare neve nei canaloni e sulle cime oltre i 200 mt.
• In Estate , da giugno a ottobre le giornale sono normalmente calde e soleggiate,non c’è neve se non in alta quota e ogni percorso di trekking è possibile.
• Da metà ottobre alla fine di Novembre è un ottimo periodo, anche se l’aria è più fredda e le ore di luce sono inferiori ai mesi precedenti ma i colori dell’autunno sono molto accesi.
• L’inverno arriva con le prime nevicate solitamente in dicembre, il paesaggio alpino raggiunge il massimo della sua spettacolarità regalando paesaggi fiabeschi a chi visita le montagne. Da ora fino alla fine di marzo la neve sarà sempre presente.

La presenza di neve può influenzare l’escursione, Se la neve è instabile si possono verificare valanghe o slavine; ovviamente i percorsi dei nostri trekking invernali non utilizzano tracce o sentieri che possono diventare pericolosi.
E’ inoltre possibile che la grande quantità di neve fresca e l’assenza di una traccia preesistente possa prolungare i tempi di percorrenza (anche di svariate ore)
La quantità e la tipologia di neve deve essere controllata volta per volta.


Apertura e Chiusura Rifugi
Nell’area del Monte Rosa i rifugi sono aperti da Pasqua fino a metà settembre tutti i fine settimana, nella valle Devero la stagione è più lunga e molti sono aperti ogni giorno da giugno a ottobre e da dicembre a gennaio; solo i fine settimana da febbraio a maggio.
Alpe sattal è aperta 365 giorni all’anno.
Il rifugio Gnifetti e Capanna Regina Margherita hanno giorni di apertura diversi vhe possono variare di anno in anno; solitamente il rifugio Gnifetti è aperto da metà marzo a fine aprile e da metà giugno a fine agosto mentre il Capanna regina Margherita solo da metà giugno a fine agosto.

Nelle Dolomiti tutti i rifugi sono aperti da giugno fino a metà ottobre tutti i giorni inoltre, nelle zone turistiche, ma al di fuori delle piste da sci, come Vajolet, Pale di San Martino e il Cime di Lavaredo, sono aperti da fine dicembre a marzo, ma solitamente solo nei fine settimana.

Alta e Bassa Stagione
La quantità e la tipologia di turisti in Italia non è una cosa da sottovalutare quando si pianifica un viaggio.
Nella zona Monte Rosa l’alta stagione estiva è da maggio a luglio con un picco ad agosto e dall’8 di dicembre fino al 7 di gennaio. Anche la settimana in cui si festeggia Pasqua è considerata alta stagione.
Ciò non ostante, l’affluenza di turisti non è mai un problema; il traffico sulle strade non è eccessivo, i costi dei pernottamenti in rifugi o B&B non hanno grandi differenze..
L’impatto sul paesaggio delle piste da ski non è molto, ed concentrato solamente su alcuni versanti
Un turismo sostenibile ed il rispetto della natura hanno protetto il paesaggio che è rimasto intatto e selvaggio, anche oggi è possibile visitare numerosi paesini in pietra perfettamente preservati e molte case con realizzate nel tradizionale stile Walser.

Nella zona delle Dolomiti è necessario prestare maggiore attenzione.
Il comprensorio sciistico delle dolomiti è di circa 1200 km contro i 170 km del Monte Rosa, le presenze turistiche ogni anno sono di svariati milioni, ciò può causare problemi logistici sia per costi che per la disponibilità degli alloggi, traffico stradale e affollamento nei luoghi più famosi.
Noi per i nostri trekking abbiamo cercato itinerari in aree naturali e con splendidi paesaggi vicino le più belle montagne delle Dolomiti, ma lontano da piste da sci, e dai luoghi più frequentati dal turismo di massa.
L’alta stagione estiva va da inizio giugno a fine settembre, con un picco nel mese di luglio e agosto;
L’alta stagione invernale va da inizio dicembre a fine marzo, l’altissima stagione è tra il 25 dicembre al 10 gennaio e durante la settimana di Pasqua cattolica.

Al fine di poter trovare una maggiore scelta di sistemazioni a prezzi ragionevoli, vi consigliamo di prenotare con un certo anticipo.old

Sorry, non hai ancora accettato l'utilizzo dei cookie, nessuna azione sociale è consentita.
Per maggiori informazioni consulta il documento Legale che si occupa di Copyright, Privacy e Cookie
← Torna Info Turistiche
Contattaci: IT +39 380.6950050